I prestiti personali sono rivolti non solo a chi lavora, ma anche a chi dopo anni di servizio è andato in pensione, si parla di prestiti personali a pensionati, una tipologia di credito con vantaggi e limiti di età e di cifre.
Al fine di comprendere tale modalità di finanziamento si consiglia di leggere quanto segue nella guida e presente al seguente link http://www.guidaprestitipersonali.it

Prestiti personali ai pensionati: caratteristiche

Si tratta di una forma di finanziamento che consente di ottenere un credito direttamente nelle mani dei in forma liquida.
Tale prestito nasce con l’idea che i pensionati possano avere delle esigenze economiche in virtù del fatto storico, che le pensioni non hanno un valore tale da permettere di affrontare determinate ed eventuali emergenze, familiari o mediche per farne un esempio.
Va fra l’altro tenuto in considerazione che nel momento storico attuale la vita si è allungata e quindi concedere un prestito ad una persona in pensione implica un rischio minore date le sue prospettive di vita.
I prestiti personali ai pensionati si caratterizzano per essere flessibili e avvalersi di interessi mediamente inferiori ad altre tipologie di prestito, si tiene conto della particolare collocazione del richiedente.

Prestiti personali a i pensionati: documentazione

Chi è in pensione è vuole richiedere un prestito al fine di ottenere liquidità non deve fare altro che rivolgersi ad un’agenzia privata, una banca o la stessa INPS e compilare un modulo richiedendo il tipo di importo desiderato, naturalmente ci sono dei limiti che, in genere, si aggirano intorno ai 30 mila euro.
Alla richiesta andranno allegati i propri documenti personali, il CUD delle pensione e i propri riferimenti IBAN.

Prestiti personali a pensionati e la cessione del quinto

La modalità con cui avviene la restituzione del prestito da parte di un pensionato, peraltro, la più sicura, è la cessione del quinto, ovvero viene detratto dallo stesso Ente previdenziale un 1/5 dalla pensione e versato per la rata del credito.
Tuttavia, il prestito mantiene il suo carattere personale perché è comunque da un credito personale che viene restituito il prestito.
La cessione del quinto per i pensionati strutturata in modo da garantire agli stessi interessi minori con l’obbligo, però, di sottoscrivere una “polizza assicurativa sulla vita”, in quanto seppur l’età risulta essersi allungata, l’ente creditore vuole tutelarsi dal rischio di un’eventuale dipartita del debitore e rinuncia al passivo da parte degli eredi.