Ci sono momenti della vita in cui ci si ritrova ad avere un periodo di difficoltà economica, oppure di fronte alla necessità di dover affrontare delle spese impreviste come quelle mediche o quelle di un evento eccezionale famigliare, magari un matrimonio. Può capitare anche di essere stati classificati come dei cattivi pagatori (cosa che può succedere facilmente, se si fosse saltato di pagare anche una sola rata) e di non potere quindi richiedere un finanziamento tradizionale. Cosa fare a questo punto?

Non tutti sanno che esiste la possibilità di consolidamento prestiti per cattivi pagatori, come ben spiegato alla pagina http://www.guidaprestiticattivipagatori.it .
Queste soluzioni sono ideali per chi ha avuto segnalazioni al Crif.

Prestiti con cessione del quinto.

Essendo le rate del rimborso non pagate dal sottoscrittore del finanziamento, ma trattenute direttamente dalla sua busta paga, nella misura appunto di un quinto, danno all’ente creditizio la garanzia di rimborso.
Questo tipo di finanziamento può essere richiesto o da un lavoratore con contratto a tempo indeterminato, oppure determinato ove la durata del contratto stesso sia uguale o superiore alla durata del finanziamento.
Anche i pensionati possono farne richiesta, essendo chiaramente la pensione garanzia di rimborso.

Prestito con delega o doppio quinto.

Il prestito con delega o doppio quinto può essere richiesto da tutte quelle persone che sono già beneficiarie di una cessione del quinto. L’ente creditizio può arrivare a prelevare per il rimborso un ulteriore quinto dalla busta paga della persona, arrivando così ad un 40% totale. Spesso viene chiesta una delega al datore di lavoro stesso, che può chiaramente anche rifiutare se non lo ritenesse opportuno.
In questo caso il contratto di lavoro dovrà essere necessariamente a tempo indeterminato, e nel caso del pensionato, l’importo della sua mensilità non dovrà essere inferiore a 443 euro.

Prestiti cambializzati.

Se iscritti nel registro dei cattivi pagatori, esiste un’ulteriore possibilità di ricevere un prestito, data dai prestiti cambializzati, erogati cioè tramite la sottoscrizioni di cambiali, che ricordiamo essere titoli esecutivi. cambiali danno all’ente creditizio la possibilità di passare al pignoramento dei beni ove queste non venissero pagate.

Le soluzioni per consolidare prestiti per cattivi pagatori ci sono: basta conoscerle.